La società di ricerche di mercato IHS ha abbassato le sue previsioni di entrate per il mercato degli inverter fotovoltaici nel 2013. Il fatturato globale secondo le stime aggiornate dovrebbe calare del 9%, raggiungendo la cifra di 6,4 miliardi di dollari (7,1 miliardi in meno rispetto al 2012).

Lo scenario previsto precedentemente da IHS prevedeva invece un calo del 5%. Spiega Cormac Gilligan, analista IHS esperto di fotovoltaico:

Nel corso degli ultimi anni, i produttori di moduli solari hanno sopportato molta più pressione sui prezzi rispetto ai fornitori di inverter. Tuttavia, i prezzi dei moduli ora hanno raggiunto un punto di flesso e stanno cominciando a salire, e questo sta avendo gravi conseguenze per i fornitori di inverter.

A contribuire al calo dei prezzi in particolare sarebbe stata la concorrenza nei mercati maturi, ma in declino, come quello tedesco e italiano. Solo per queste due piazze, spiega IHS, si prevede un calo di oltre il 50% nel 2013, pari a 5.7G W, rispetto agli 11,5G W nel 2012.

In totale, le entrate per il mercato europeo degli inverter fotovoltaici calerà nel 2013 del 50% rispetto al 2011, ma il numero di fornitori risulta sostanzialmente invariato. Questo si tradurrà, sottolineano gli esperti, in un aumento della concorrenza e nella necessità di aggredire nuovi mercati emergenti, come il Sud Africa e la Thailandia.

17 ottobre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento