Inventata molecola che purifica l’acqua in pochi secondi

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità quasi un milione di persone non ha accesso all’acqua potabile e, con i cambiamenti climatici, la tendenza non è destinata a cambiare. I chimici dell’EPFL hanno però sviluppato una innovativa molecola in grado di rimuovere i metalli pesanti dall’acqua e purificarla in pochi secondi, rendendola così potabile.

=> Scopri perché 1 città su 4 è carente d’acqua potabile


Dati gli attuali limiti dei sistemi di purificazione dell’acqua, spesso costosi e non sufficientemente efficaci, un approccio del tutto nuovo per depurare l’acqua contaminata dai metalli pesanti, come quello appena creato, appare promettente. Messo a punto dal professore Wendy Lee Queen, assieme a colleghi dell’Università della California a Berkeley e del Lawrence Berkeley National Laboratory, il nuovo sistema impiega i reticoli metallorganici (MOF), ovvero materiali cristallini costituiti da nodi metallici interconnessi da leganti organici rigidi.

Progettando nello specifico un composito MOF / polimero resistente all’acqua realizzato con materiali economici, ecologici e biologicamente compatibili, il team di ricercatori ha quindi trattato il reticolo cristallino con dopamina e il risultato finale si è dimostrato in grado di rimuovere dall’acqua contaminata, in pochi secondi e in maniera accurata, elevate quantità di metalli pesanti come piombo e mercurio. La molecola in questione si chiama Fe-BTC / PDA e, nello specifico, può rimuovere oltre 1,6 volte il proprio peso di mercurio e 0,4 volte il suo peso di piombo.

=> Leggi quali sono i metalli tossici per l’uomo

Testata in soluzioni tossiche come campioni di acqua molto contaminata in quel di Flint, nel Michigan, è stato dimostrato che la molecola può ridurre in pochi secondi i livelli di piombo a 2 parti per miliardi, un livello che l’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti e l’Organizzazione mondiale della sanità considerano accettabile.

Gli autori dello studio stanno attualmente testando altri MOF specificamente progettati per rimuovere altre tipologie di metalli contaminanti nell’acqua, ma anche nell’aria, aprendo così le porte a un futuro interessante.

16 marzo 2018
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento