L’intestino pigro è un problema che va a influire sulla regolarità del processo digestivo. Tutti possono soffrirne, anche se sembra siano le donne coloro che più spesso si trovano a combattere con questo fastidio. Ne derivano fenomeni di stipsi o costipazione, sui quali è possibile intervenire ricorrendo ad alcuni rimedi naturali.

In caso di intestino pigro, quindi di stipsi o costipazione, diverse possono essere le cause che provocano il disturbo digestivo. Una dieta scorretta è senza dubbio uno dei principali fattori scatenanti, insieme con lo stress e con un eccessivo accumulo di tossine nell’organismo. Possono influire inoltre alcune patologie come la sindrome dell’intestino irritabile, il diabete e la colite, in merito alle quali si rimanda in ogni caso al parere del proprio medico curante.

Qualora si tratti di malesseri legati all’alimentazione o allo stress, ad esempio una dieta povera di sostanze nutritive o fibre, una variazione del proprio normale ritmo di vita o un volo in aereo, ecco alcuni rimedi naturali che possono intervenire per consentire una regolare evacuazione intestinale.

Rimedi naturali

Porre rimedio in maniera naturale al fastidio dell’intestino pigro è possibile innanzitutto utilizzando, rispettandone le eventuali controindicazioni, la radice di liquirizia. Masticarne un pezzetto al giorno o utilizzarlo per realizzare un infuso dalle proprietà lassative, antinfiammatorie e digestive.

Realizzare un infuso con la radice di liquirizia è semplice, basta prenderne 20 grammi e tenerli in infusione all’interno di un pentolino di acqua calda (portata a ebollizione e lasciata raffreddare in media 10-20 secondi) per circa 10-15 minuti. Una volta filtrato il liquido ottenuto la tisana è pronta per essere consumata.

Altro valido rimedio contro la stipsi è l’aloe vera, il cui succo contiene fibre e sostanze curative in grado di favorire una naturale disinfezione del tratto intestinale e dispone di un’azione lassativa garantita dagli antrachinoni, noti anche come stimolatori della peristalsi intestinale (la fisiologica movimentazione dei muscoli dell’intestino volta a favorire l’espulsione delle feci).

Molto utile per regolarizzare il flusso digestivo è inoltre la tisana al finocchio, un toccasana per il tratto intestinale e un aiuto naturale per risolvere i problemi di gonfiore addominale che spesso si accompagnano alla stipsi. Molto utile anche l’azione lassativa e digestiva offerta dall’infuso di malva.

Se è lo stress la causa principale della comparsa della stipsi è bene allora intervenire anche con alcune pratiche di rilassamento, come la meditazione o la respirazione yoga. Privilegiare quando possibile l’assunzione di un infuso, come nel caso della radice di liquirizia, ricorrendo a tisane contenenti camomilla, passiflora, melissa e valeriana.

Alimentazione e consigli utili

Una corretta e sana alimentazione è senza dubbio uno dei rimedi più efficaci in caso di intestino pigro. L’imperativo qualora si soffra di costipazione è l’assunzione di un buon carico di fibre, garantito ad esempio dai cereali integrali e dalla crusca, così come da frutta fresca e verdura quali asparagi, cavoli e altre verdure crocifere, fagioli e carote.

Evitare prodotti raffinati o trasformati tra i quali salumi, carni, pane bianco, zucchero bianco (meglio se di canna) e bevande alcoliche. Limitare al minimo l’assunzione di latticini, prodotti congelati e in generale di quegli alimenti a basso contenuto di fibre.

10 febbraio 2014
Lascia un commento