Intestino: 5 cibi per mantenerlo in salute

Quali sono i cibi per la salute dell’intestino? Può capitare di soffrire di problemi di stomaco, come gonfiore e costipazione. Molte volte le cause di questi disturbi possono essere rintracciati anche a livello emotivo, specialmente in persone ansiose. Non è però solo questo, perché anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale.

=> Scopri 6 benefici della quinoa per la pelle del viso

Diverse persone spendono molti soldi in integratori alimentari che promettono di migliorare la salute dell’intestino. Invece la strategia migliore sarebbe quella di fare delle scelte alimentari consapevoli per favorire la digestione e per trovare sollievo da sintomi fastidiosi legati ad un cattivo funzionamento intestinale.

=> Leggi 5 consigli per prevenire l’influenza in autunno

Gli esperti suggeriscono di mangiare soprattutto cibi che contengono fibre, probiotici e prebiotici. Le fibre, di cui sono ricchi soprattutto i vegetali, aiutano a regolare la velocità con cui il cibo si muove attraverso l’intestino, favorendo la possibilità di un transito regolare. I probiotici e i prebiotici sono legati alla possibilità di migliorare l’attività della flora batterica intestinale. Ecco che cosa scegliere da portare in tavola:

  • Legumi – I legumi come i ceci, le lenticchie, i fagioli e i piselli possono essere importanti per fare il pieno di fibre. Se ci preoccupiamo per il fatto che potrebbero causare flatulenza, proviamo ad immergerli nell’acqua prima di cucinarli. Questa operazione può contribuire a ridurre alcuni degli zuccheri legati alla formazione dei gas nell’intestino.
  • Miso – Il miso è ricavato dalla soia fermentata. Contiene probiotici, oltre a molte fibre e proteine.
  • Yogurt – Lo yogurt, ma anche il kefir, sono due prodotti lattiero-caseari fermentati che contengono microrganismi benefici in grado di spezzare più facilmente alcuni zuccheri come il lattosio, rendendoli più facili da digerire.
  • Lamponi – I lamponi e le more riescono ad apportare molte fibre. Si possono ricavare frullati o delle salse gustose per condire gli altri cibi.
  • Orzo – L’orzo, ma anche la crusca, sono delle buone fonti di fibre. Per conservare a lungo i cereali integrali sarebbe opportuno metterli all’interno di contenitori ermetici in un luogo fresco, dove la luce non arrivi in tutta la sua intensità.

28 settembre 2017
Immagini:
Lascia un commento