Intel presenta nuovi chip a risparmio energetico

Presentando la sua nuova linea di processori per PC e server, Intel Corporation ha annunciato una nuova serie di microprocessori dai consumi estremamente ridotti, rivolta ai data center di piccole e medie dimensioni, ovvero (in linea di massima) alle aziende e ai medi provider.

I nuovi processori utilizzeranno Nehalem, la più avanzata micro architettura per processori messa appunto dalla ditta californiana, tentando di arginare i consumi energetici, che secondo il vicepresidente Intel Sean Maloney rappresentano oggi il 25 per cento delle spese di gestione di un data center. Un valore decisamente significativo su cui lavorare per rendere più appetibili queste componenti.

I nuovi processori, L3426, appartenenti alla gamma di processori Xeon 3400, presentano aspetti innovativi proprio su questo fronte, oltre al nuovo design in grado di ridurne l’ingombro, e all’assenza totale su tutta la gamma di componenti di piombo e di materiali alogeni.

Secondo le stime della stessa Intel, saranno in grado di ridurre il consumo energetico fino al 188 per cento rispetto alle precedenti generazioni di processori Xeon X3380. Una prima versione del processore dunque, che sarà messa in commercio negli USA già da quest’anno, utilizzerà una potenza di soli 45 watt, mentre una seconda, disponibile dal prossimo anno, arriverà addirittura ai 30 watt.

21 ottobre 2009
Lascia un commento