Integratori per bambini sovradosati, i possibili rischi per la salute

Le associazioni dei consumatori tedesche puntano il dito sugli integratori per bambini, che secondo i risultati di alcuni test potrebbero far più male che bene. Questo perché presenterebbero dosi troppo elevate di vitamine e minerali, più di quanto indicato e raccomandato dai nutrizionisti.

Dovrebbero rafforzare il sistema immunitario e la concentrazione dei più piccoli, invece se assunti regolarmente nel lungo periodo potrebbero portare ad avere alcuni effetti collaterali come mal di testa, nausea e stanchezza.

=> Leggi perché integratori e multivitaminici non avrebbero alcun effetto

I test su 26 campioni di questi integratori alimentari, che si trovano in parte anche nelle farmacie e nei negozi, rivelano che in molti casi il dosaggio supera i valori raccomandati dagli esperti. Nello specifico sarebbero sovradosati, secondo le associazioni dei consumatori in Germania, nell’85% dei casi per la fascia di bambini fino a 7 anni, mentre prendendo in considerazione quella dei ragazzi over 15 si apprende che sarebbe circa la metà del campione a superare i livelli massimi di vitamine e minerali.

=> Leggi perché gli integratori al tè verde possono causare danni al fegato

Oltre a essere sovradosati, gli integratori per bambini sarebbero poi particolarmente costosi, fanno notare le associazioni tedesche. Se assunti per tutto l’anno come da raccomandazioni sul dosaggio incluse nella confezione d’acquisto, questi integratori avrebbero un costo di 600 euro per bambino.

Il miglior suggerimento, si apprende, per assicurare ai più giovani – e non solo – la giusta dose di vitamine e minerali necessari al buon funzionamento del corpo, rimane sempre quello di seguire una dieta sana ed equilibrata, che includa tutti i nutrienti necessari all’organismo, nonché un sonno sufficiente e una regolare attività fisica, magari all’aperto.

2 luglio 2018
Immagini:
Lascia un commento