Dal riso un aiuto naturale per combattere l’insonnia. Stando ai risultati dello studio condotto dai ricercatori giapponesi della Kanazawa Medical University, questo cereale sfrutterebbe il proprio elevato indice glicemico per garantire un sonno migliore e più regolare.

Il riso vanterebbe la possibilità di influenzare il triptofano, una proteina responsabile dell’incremento dei livelli di serotonina nel sangue (anche definita “ormone del buonumore”). In conseguenza di questo non soltanto migliorerebbe il benessere psicologico degli individui, ma verrebbe favorito anche un sonno migliore.

Ciò accadrebbe in quanto tale cereale sfrutterebbe come detto il proprio indice glicemico, più elevato rispetto agli altri cibi contenenti carboidrati. Tale effetto tuttavia non si è però verificato, spiegano i ricercatori, in corrispondenza di un alto consumo di pane o di “noodles”.

A dimostrazione di questo i ricercatori hanno presentato i risultati del loro studio, condotto su 1.848 volontari di età compresa tra i 20 e i 60 anni. A loro è stato chiesto di annotare le abitudini alimentari, con particolare riferimento al consumo di pane, riso e noodles. In corrispondenza di un maggior consumo di riso è quindi corrisposto un sonno di qualità media superiore.

Per superare l’insonnia è tuttavia consigliabile un’alimentazione sana e ricca di frutta e verdura, il cui naturale contenuto di vitamine e sali minerali favorisce uno stato di salute generale superiore. Utile in questo senso è anche, stando ai risultati di uno studio condotto presso l’Università di Bergen (Norvegia), il consumo di pesce.

Alcuni rimedi naturali possono infine favorire un fisiologico riposo, contribuendo a vincere l’insonnia. Tra questi senz’altro gli infusi, in particolare quelli di camomilla, valeriana, passiflora, melissa, biancospino e tiglio.

2 settembre 2014
Lascia un commento