L’insonnia è un disturbo che può essere trattato con differenti rimedi naturali. Tra questi vi sono alcune tisane rilassanti in grado di ridurre il problema favorendo un sonno fisiologico e un migliore riposo.

Varie possono essere le cause alla base dell’insonnia. Tra questi vi sono ad esempio stress e difficoltà digestive, che rappresentano tuttavia soltanto due dei possibili fattori scatenanti del disturbo. Un’altra possibile origine del problema è un’alimentazione troppo grassa o troppo ricca di caffeina o bevande alcoliche.

5 tisane naturali contro l’insonnia

Una delle tisane più consigliate in caso di insonnia è senz’altro la camomilla, le cui proprietà rilassanti vengono spesso associate a quelle antispasmodiche e digestive. Facile da reperire anche nella grande distribuzione, si rivela facile da preparare anche acquistandola sfusa: basterà portare l’acqua a ebollizione e lasciare 4-5 in infusione un cucchiaino abbondante di fiori essiccati.

Questo ingrediente ben si sposa anche con altre possibili soluzioni per aiutare a dormire meglio. Ecco quindi che una seconda ricetta vede l’impiego di camomilla, melissa e passiflora. La miscela potrà essere così ottenuta: unire insieme un cucchiaino da tè (abbondante) di camomilla a un pari quantitativo di melissa e altrettanta passiflora.

Mescolare bene e utilizzare per una singola tisana un singolo cucchiaino di preparato, da lasciare in infusione per circa 5 minuti. Filtrare e consumare non appena si sia stemperata a sufficienza da risultare bevibile.

Altro esempio di come la camomilla ben si sposi con altre soluzioni naturali è la tisana a base di camomilla, valeriana e malva. Prepararla è anche in questo caso molto semplice e basterà mescolare tre cucchiani, uno per ciascun ingrediente, per ottenere la miscela desiderata.

Lasciare in infusione per 5 minuti e filtrare, consumando non appena bevibile. Questa ricetta offrirà benefici soprattutto qualora i problemi di insonnia siano derivati da difficoltà digestive, contro le quali interverrà non soltanto la camomilla, ma anche la malva.

Altra soluzione utile è la tisana alla verbena, utile sia per combattere l’ansia e lo stress, che per ridurre la febbre e il benessere delle vie urinarie. Si prepara lasciando in infusione 2-3 minuti due cucchiaini di foglie in acqua portata a ebollizione.

Utile infine anche provare una soluzione a base di biancospino, lavanda e tiglio. Si utilizzeranno in questo caso del biancospino essiccato e fiori secchi degli altri due ingredienti, un cucchiaino ciascuno come descritto in precedenza. Tempo di infusione 5 minuti.

Buona in quest’ultimo caso l’azione sedativa offerta da biancospino e tiglio, a cui si aggiungono le proprietà calmanti e rilassanti della lavanda. Quest’ultime possono essere sfruttate già prima di consumare il rimedio: il profumo di lavanda viene ritenuto in grado di contribuire di per sé alla riduzione dei livelli di ansia e stress.

Altri rimedi naturali

Combattere l’insonnia è una battaglia che può essere condotta già a tavola. Secondo alcuni studi per dormire meglio è indicato il consumo di pesce o di riso, oltre al consiglio di seguire un’alimentazione sana che non preveda al suo interno cibo spazzatura o piatti che contengano un’eccessiva quantità di grassi.

Esistono inoltre pratiche benefiche per l’organismo come lo Yoga, la meditazione e la respirazione Zen. In particolare la prima è un’insieme di tecniche che possono in alcuni casi influire in maniera positiva non soltanto sulla riduzione dello stress, ma anche favorire una migliore digestione e libertà di movimento.

24 febbraio 2016
I vostri commenti
paolo, giovedì 25 febbraio 2016 alle19:23 ha scritto: rispondi »

sono contento e soddisfatto di avere letto queste soluzioni : utili e sicuramente indirizzate alla salute dell'organismo ed a salvaguardia dei mali creati dal benessere (consumismo)

Lascia un commento