Una curiosissima storia proviene dagli Stati Uniti, dove un’attenta proprietaria ha deciso di insegnare il nuoto ai suoi gatti affinché non affoghino nella piscina in giardino. Con grande sorpresa, non solo gli animali non appaiono particolarmente traumatizzati dall’acqua, ma i felini sarebbero anche dei provetti nuotatori.

>>Scopri il gatto obeso che nuota per perdere peso

Il quesito sarà certamente balenato nella mente di chiunque possegga una piscina all’aperto, sia essa permanente o mobile: come proteggere il gatto di casa dal contatto con l’acqua? Le recinzioni sono pressoché inutili – il micio vi si può agilmente arrampicare – e le coperture fisse rendono particolarmente scomodo l’utilizzo della piscina. Quale miglior modo, allora, se non insegnare al gatto come sopravvivere in caso di un improvviso incidente?

È questa la strategia voluta da Mary Ellen, proprietaria di 5 gatti in quel di Forest Grove, in Oregon: delle lezioni di nuoto felino. Una volta l’anno, la donna accompagna i suoi gatti nella piscina di casa e mostra loro come possano nuotare per salvarsi da un annegamento. Forse un’eccesso di zelo – sebbene non gradiscano l’acqua, è difficile che un gatto affoghi – ma il detto dice che prevenire sia meglio che curare.

Non lo facciamo per torturarli, amiamo i nostri gatti. Vogliamo insegnare loro come possano nuotare, così che siano a loro agio.

Il video dell’esperimento è certamente divertente: tutti i gatti riescono ad attraversare la piscina senza problemi, sebbene non vi rimangano immersi per molto tempo. Per quanto abili nuotatori, è nota l’idiosincrasia del gatto con l’acqua: non appena riescono ad allontanarsi, i felini si nascondono in giardino in attesa che il loro manto si asciughi, non propriamente felici del loro incontro ravvicinato con la piscina.

11 luglio 2013
Fonte:
Lascia un commento