L’insalata di orzo è un piatto molto apprezzato: i chicchi di questo cereale si prestano perfettamente alla cottura e rimangono ben separati, due caratteristiche indispensabili per un’insalata originale.

L’orzo comune è il chicco delle spighe dell’Hordeum vulgare domesticata: una pianta asiatica molto diffusa soprattutto in Tibet, dove sono piuttosto frequenti anche piante spontanee. La coltivazione dell’orzo per scopi alimentari è iniziata molto tempo fa, forse già nel Neolitico.

È un ingrediente molto apprezzato in cucina perché è facile da usare e, per l’aspetto e il gusto, garantisce sempre risultati molto gradevoli. Dal punto di vista nutrizionale l’orzo è, rispetto al mais, più ricco di proteine e meno abbondante di grassi. Nel complesso, comunque, non è per la quota di macro-nutrienti che si contraddistingue: i chicchi sono ricchi di sali minerali, soprattutto fosforo, potassio e magnesio. Per questo motivo è considerato remineralizzante. Tra le caratteristiche più importanti dell’orzo c’è il buon contenuto di betaglucano, una fibra solubile utile per ridurre la glicemia, ossia la quantità di zucchero nel sangue dopo i pasti.

Vediamo due ricette per preparare l’insalata d’orzo, una invernale e una più primaverile con gli asparagi. In entrambi i casi si tratta di piatti unici: potrebbero essere serviti per un pranzo veloce, magari anche in ufficio e seguiti solo da una abbondante porzione di frutta.

Insalata d’orzo e asparagi

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 320 g di orzo perlato;
  • 200 g di cime d’asparagi al vapore;
  • 150 g di formaggio grana in scaglie;
  • 2 cucchiai di olio di oliva extra vergine;
  • aceto balsamico.

Fate bollire l’orzo in acqua, esattamente come fareste per il riso o la pasta, per circa 25 minuti. Trascorso il tempo di cottura, scolate l’orzo e trasferitelo in una insalatiera: aggiungete un cucchiaio di olio, mescolate e fate raffreddare. Quando il cereale sarà a temperatura ambiente unite le punte d’asparago e le scaglie di grana. Mescolate e lasciate riposare. Servite diviso in porzioni con qualche goccia di aceto balsamico.

Insalata d’orzo, olive e finocchio

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 320 g di orzo perlato;
  • 200 g di finocchio crudo tagliato a velo;
  • 50 g di olive taggiasche;
  • 100 g di ricotta stagionata;
  • 3 cucchiai di olio di oliva extra vergine;
  • aceto balsamico.

Portate a ebollizione l’acqua e fatevi cuocere per 25 minuti l’orzo. Scolate e fate raffreddare. In una ciotola capiente mettete il finocchio, le olive taggiasche e la ricotta a dadini. Unite infine l’orzo a temperatura ambiente, condite con l’olio extravergine e servite.

22 gennaio 2015
Lascia un commento