Inquinamento fa commettere crimini e tradire, lo rivela uno studio

L’inquinamento non è dannoso esclusivamente per il corpo, ma ha ripercussioni anche sulla mente e sul comportamento. Respirare aria inquinata ci renderebbe più propensi a commettere crimini o a prendere decisioni poco etiche.

A sottolinearlo sono i ricercatori della Columbia Business School di New York, che hanno analizzato le informazioni sull’inquinamento atmosferico e sulla criminalità negli ambienti urbani per 9.360 città americane. I dati sono stati raccolti in un periodo di 9 anni.

=> Leggi perché l’inquinamento rende irregolari i cicli mestruali

Le informazioni sull’inquinamento atmosferico comprendevano dettagli su 6 principali inquinanti e per quanto riguarda i crimini sono stati analizzati dati relativi a 7 tipi di reati, tra i quali l’omicidio e la rapina. Gli inquinanti presi in considerazione erano il particolato, il biossido di azoto, il biossido di zolfo, il monossido di carbonio, l’ozono troposferico e il piombo.

Dallo studio è emerso che le città con livelli più alti di inquinamento tendevano ad avere un numero maggiore di reati. I dati sono rimasti evidenti anche tenendo conto di altri potenziali fattori come la popolazione totale, il tasso di povertà e di disoccupazione o il numero di dipendenti delle forze dell’ordine.

=> Scopri come l’inquinamento crei batteri resistenti ai farmaci

Dopo una prima serie di esperimenti i ricercatori hanno cercato di trovare un collegamento diretto tra inquinamento atmosferico e comportamento. Hanno chiesto a dei volontari di immaginare di vivere in luoghi inquinati. In un compito che apparentemente non era correlato, i partecipanti hanno visto alcune parole e hanno dovuto identificare delle parole collegate ad esse.

A causa di un problema tecnico causato intenzionalmente, sul computer è comparsa la risposta corretta. I ricercatori hanno registrato quante volte i partecipanti hanno sbirciato la risposta corretta. È risultato che i volontari che pensavano di vivere in un’area inquinata “imbrogliavano” più spesso rispetto a quelli che immaginavano di vivere in aree pulite.

9 febbraio 2018
I vostri commenti
piercamillo, venerdì 9 febbraio 2018 alle22:00 ha scritto: rispondi »

Il tenore di ossigeno e molto diminuito nelle città inquinate...quindi il cervello .anche per colpa dell altro particolato.non funziona più bene...

Lascia un commento