Inquinamento atmosferico: prodotti per la casa pericolosi come le auto

Un nuovo studio appena pubblicato sulla rivista Science indica che i prodotti per la casa come ad esempio lo shampoo, il detersivo per pulire il forno e il deodorante provocherebbero tanto inquinamento atmosferico quanto quello rilasciato dalle automobili. Anche se l’Europa e l’America stanno compiendo progressi per affrontare tale problematica ambientale, l’ampio uso di questi prodotti renderebbe più difficile raggiungere gli obiettivi che ci si è proposti.

Per giungere a tale conclusione, il team della National Oceanic and Atmospheric Administration in Colorado ha raccolto campioni di aria a Pasadena, nella valle di Los Angeles, per poi confrontare i dati ottenuti con quelli degli Stati Uniti in generale e dell’Europa.

=> Scopri perché l’inquinamento fa commettere crimini e tradire

È stato scoperto che circa la metà dei composti organici volatili (VOC) provenivano proprio dai prodotti per la casa, tra cui candeggina, shampoo, profumi e vernici. Quando queste particelle si degradano, diventano un particolato chiamato PM2.5, che notoriamente causa problemi respiratori ed è collegato a 29 morti nel Regno Unito ogni anno.

=> Leggi di più sul rapporto tra inquinamento e batteri resistenti ai farmaci

L’inquinamento atmosferico sta dunque cambiando in Europa e negli Stati Uniti, ma secondo i ricercatori questa sarebbe una buona notizia poiché consentirebbe di rilevare altre fonti di inquinamento oltre a quelle comunemente prodotte dal livello di traffico presente nelle strade. Pertanto, ciò permetterebbe ai governi e ai cittadini di identificare cos’altro è possibile fare per migliorare la qualità dell’aria.

19 febbraio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento