Sono gli sprechi alimentari e la prevenzione dalle valanghe ad aggiudicarsi il premio Edison Pulse, lanciato da Edison in occasione dei 130 anni di attività e giunto alla seconda edizione. Il premio è un’opportunità per dare valore a start up, centri di ricerca e organizzazioni non profit impegnate nell’innovazione e in progetti sostenibili nel campo dell’energia e dello sviluppo del territorio.

Le due app che hanno vinto un assegno da 100 mila euro, consegnato simbolicamente durante la cerimonia di premiazione svoltasi a Palazzo Edison a Milano, sono “LastMinuteSottoCasa” e “My snow maps”. La prima, che ha vinto per la categoria “sviluppo del territorio” ed è nata nell’incubatore del Politecnico di Torino e creata dalla start up LMSC, consente ai negozi di alimentari di vendere il cibo invenduto o vicino alla scadenza con degli sconti, dei quali i clienti possono usufruire. Un progetto che si propone quindi la tutela sociale oltre a quella ambientale.

“My snow maps” invece, vincitrice per la categoria “energia”, è una app prodotta da una start up di Trento che si pone come scopo quello di prevedere il comportamento della neve e le portate dei corsi d’acqua anche per evitare i rischi del pericolo valanghe. Basata su un sistema di calcolo messo a punto dalla startup Mobygis, riesce a recepire i dati direttamente dagli escursionisti nelle zone interessate.

Menzione speciale è stata fatta per altre due start up, tra le 10 che sono arrivate in finale e che da 5 mesi usufruiscono della consulenza di un team di esperti della Edison: “Wind City” e “Orange Fiber“. “Wind City” riconosciuta valevole di menzione nel settore “energia” è la realtà che ha brevettato una mini-turbina eolica capace di catturare i venti irregolari delle città e le perdite aerodinamiche dei veicoli in movimento. “Orange Fiber”, riconosciuta per il settore “sviluppo del territorio”, attraverso un ciclo produttivo a impatto zero sviluppa tessuti per la moda a partire dagli scarti degli agrumi.

Sia le due start up vincitrici che quelle menzionate potranno godere di un altro anno di consulenza gratuita da parte di uno staff specializzato di Edison, che permetterà loro di passare da progetti ad attività imprenditoriali di successo. Il premio è dedicato a start-up innovative e a team informali che non si sono ancora costituiti in società, formati da almeno tre persone tra i 18 e i 30 anni. Durante la cerimonia è stata presentata anche l’edizione 2016: le iscrizioni saranno aperte dal 13 gennaio al 20 aprile 2016. L’annuncio dei 15 finalisti sarà dato il 31 maggio.

Le categorie prese in considerazione saranno 3: “Internet of Things” (IoT) relativamente a progetti per far dialogare in modo intelligente tra loro strumenti e oggetti di tutti i giorni; “Low Carbon City” per migliorare la vivibilità delle città attraverso l’efficienza energetica, un trasporto urbano più intelligente o il riutilizzo delle risorse; “Sharing Economy” per la creazione di nuove piattaforme social in grado di mettere in contatto le persone per condividere, scambiare o vendere beni e servizi generando benefici economici o sociali per la collettività.

2 dicembre 2015
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento