È atteso subito dopo le festività natalizie il picco di malati per l’influenza. Questo inverno 2014-2015 porterà quindi nei primi giorni del nuovo anno i maggiori rischi di rimanere bloccati a letto da febbre, raffreddore, mal di gola e altri spiacevoli sintomi influenzali.

A far propendere per l’arrivo del picco dell’influenza per i primi giorni del 2015 le temperature fredde di questi giorni, che potrebbero accelerare i tempi previsti. Si tratta tuttavia secondo gli esperti di un’ondata di livello “intermedio” che dovrebbe presentarsi, malgrado le notizie in arrivo dagli USA, nelle tipologie attese.

Come difendersi dall’ormai imminente arrivo del picco influenzale? Alcuni rimedi naturali possono aiutare a gestire con minore disagio la sintomatologia derivata attenuandola, riducendo quindi il conseguente disagio e minimizzando il periodo da trascorrere bloccati a letto.

Tè miele e cannella

Rimedi naturali contro i sintomi dell’influenza

Il primo passo per superare indenni il periodo influenzale è senza dubbio una corretta alimentazione. Mantenere alte le proprie difese immunitarie grazie a un abbondante ricorso a sali minerali e vitamine contenuti in frutta e verdura è il primo passo per ridurre al minimo il rischio di infezione.

Consumare una buona quantità di quegli alimenti del mangiare sano contenenti maggiori concentrazioni di vitamina C è un’ottima soluzione per contribuire a tenere in forze il proprio sistema immunitario, che può essere supportato anche tramite il consumo di tè bianco e di tè Pu-erh.

Lavare spesso le mani, soprattutto prima di mangiare e in caso di contatto con superfici pubbliche quali ad esempio corrimano e sostegni di metro e bus. Non stravolgere il proprio organismo aumentando in maniera eccessiva la temperatura domestica è un’altra accortezza consigliata, sia per la salute che per evitare possibili sanzioni derivate dalle normative in tema di riscaldamento: uno sbalzo termico eccessivo rispetto al freddo esterno potrebbe favorire l’attacco virale.

In caso di raffreddore i suffumigi con olio essenziale di timo ed eucalipto, oppure gli stessi possono essere utilizzati per realizzare delle calde e benefiche tisane. Utilizzare in questo caso 2-3 grammi di foglie essiccate, da tenere per circa 10 minuti in infusione in una tazza d’acqua bollente.

Infusi allo zenzero possono invece essere utili a contrastare dolori e affaticamento ai danni della muscolatura, un’azione offerta anche dal miele, molto efficace anche contro tosse e mal di gola, oltre che dalla cannella, dall’artiglio del diavolo e dal salice bianco.

17 dicembre 2014
Lascia un commento