Abbiamo già parlato dell’influenza che, con l’arrivo dei primi freddi, sta iniziando a colpire molte persone. Ora però, secondo una recente ricerca condotta dall’Università di Nottingham e pubblicata su  Brain, Behaviour and Immunity pare che possiate dire addio alle medicine per combatterla perchè basta un sorriso. I ricercatori sostengono che essere di buon umore il giorno in cui si fa il vaccino anti-influenzale aiuti tutto il sistema immunitario a produrre più anticorpi del normale.

Kavita Vedhara, professoressa di Psicologia della salute dell’università di Nottingham, ha coordinato la ricerca seguendo in un periodo di due anni circa 138 persone tra i 65 e gli 85 anni. Le persone che hanno partecipato alla ricerca hanno tenuto un diario in cui hanno annotato i livelli di stress, i loro pasti, l’umore e l’attività fisica. Dopo aver fatto il vaccino la loro risposta immunitaria è stata comparata con il loro diario e, coloro che si erano sottoposti al vaccino in un “mood” positivo avevano ottenuto risultati maggiori.

Secondo Kavita Vedhara questi risultati non sorprendono in quanto una mente sana ed equilibrata permette di migliorare il sistema immunitario e il nostro umore incide molto sulla nostra condizione fisica.

Concorda anche il professor Roberto Burioni, professore di Microbiologia e Virologia all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano che ha spiegato come questo meccanismo sia legato agli ormoni corticosteroidi che vengono prodotti da chi sta emotivamente bene e che aiutano non solo il sistema immunitario, ma tutto il nostro organismo.

8 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento