Influenza 2018: vaccino antinfluenzale, è boom di richieste

È boom di richieste per il vaccino antinfluenzale quadrivalente. A segnalarlo è la Regione Piemonte, secondo la quale il picco registrato in questi giorni ha esaurito le scorte disponibili e costretto la ditta produttrice, la Sanofi Pasteur, a incrementare la produzione. Risulterebbero già vaccinati contro l’influenza 2018 oltre 360 mila piemontesi, con atteso un ulteriore incremento nei prossimi giorni (con l’aggiornamento dei dati forniti dal sistema).

=> Scopri costo, tempi ed efficacia del vaccino antinfluenzale

Le dosi di vaccino antinfluenzale già consegnate sono poco meno di 600 mila, che insieme alle circa 80 mila che verranno consegnate tra oggi e domani raggiungeranno una quota vicina ai 677 mila vaccinati contro l’influenza 2018 nella sola Regione Piemonte. Un dato che secondo l’ente locale fa ben sperare per quanto riguarda la copertura che verrà raggiunta al termine della campagna di vaccinazione.

=> Leggi di più sull’influenza 2018: info e rimedi naturali

Contro l’influenza 2018 il vaccino si conferma, secondo i medici, il metodo più efficace per prevenire la malattia. Questo ricordando tuttavia che non è garantita una prevenzione del 100%, anche in virtù di possibili mutazioni nelle quali può incorrere il virus influenzale. Si ricorda inoltre che in quanto attacco virale è inutile assumere antibiotici, inefficaci contro i virus, a meno infezioni batteriche (o comunque non di natura virale) concomitanti.

L’influenza 2018 sarà caratterizzata dagli ormai comuni sintomi di questo tipico malanno invernale ovvero mal di testa, mal di gola, raffreddore, dolori articolari e muscolari, spossatezza. In alcuni casi, più di frequente nei bambini e meno negli adulti, questa sintomatologia può essere accompagnata da disturbi all’apparato digerente quali nausea, vomito e diarrea.

Alcuni rimedi naturali possono contribuire a rafforzare le difese immunitarie dell’organismo, favorendo una più efficace risposta in caso di influenza o incrementando le possibilità di prevenire ogni disturbo. Utili in questo senso il tè Pu-Erh, il miele (soprattutto se di Manuka o Melata) e un corretto apporto di vitamina C nella dieta (kiwi, arance, spinaci, broccoli e più in generale verdure crocifere).

29 novembre 2018
Lascia un commento