Con l’arrivo del primo freddo e delle prime agognate piogge torna a far parlare di sè anche l’influenza che, secondo i media australiani, sembra essere una delle peggiori degli ultimi decenni. Questa epidemia è partita proprio dall’Australia, dove ha ucciso 52 persone tra bambini e anziani, e ora sta muovendo i suoi temibili passi verso l’Europa e quindi l’Italia. Nel suo tragitto pare che il virus non perderà potenza e anzi colpirà con la stessa violenza anche il nostro Paese.

=> Scopri 5 consigli per prevenire l’influenza autunnale

Gli esperti dichiarano che se questo ceppo influenzale sarà come quello australiano bisognerà fronteggiare casi anche molto gravi e soprattutto numerosi. Come fare quindi a difendersi dall’influenza in arrivo?

=> Leggi come prevenire il contagio dell’influenza

Secondo Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, le accortezze da seguire sono le classiche legate all’igiene: lavarsi le mani, coprirsi la bocca quando si starnutisce e rimanere a casa quando si percepiscono i primi sintomi.

Ovviamente anche le vaccinazioni e quindi la prevenzione sarà un tassello fondamentale per combattere questo virus in arrivo. Il periodo dell’anno più pericoloso e più a rischio contagio pare essere quello post-natalizio quando, per colpa delle basse temperature e gli incontri tra amici e parenti, il virus potrà espandersi anche rapidamente da persona a persona.

7 novembre 2017
Lascia un commento