Una fuoriuscita di petrolio sta minacciando la sopravvivenza di molti animali lungo le coste del porto di Ellore, una località indiana nello stato di Tamil Nadu. A seguito dello scontro fra due piccole petroliere, infatti, del greggio si è riversato in mare, colpendo sia la flora che la fauna. Una vera emergenza, sostengono le fonti internazionali, soprattutto in fatto di biodiversità marina: centinaia di esemplari sarebbero già deceduti, altri si ritroverebbero in condizioni davvero gravose.

Il grave incidente sarebbe avvenuto nei primi giorni di febbraio, in piena notte: le due imbarcazioni, dopo un violento scontro, avrebbero versato in acqua grandi quantitativi di petrolio, poi espansosi lungo una striscia di 24 chilometri al largo delle coste settentrionali di Chennai. Le fonti locali parlano di numerosi siti verdi contaminati, anche se la gravità del fenomeno non è al momento stata confermata ufficialmente. Oltre al blocco delle attività di pesca, uno dei motori economici della zona, le prime notizie provenienti dall’India parlano di centinaia di pesci rinvenuti senza vita, ma anche di moltissime altre specie animali coinvolte.

=> Scopri la soia per limitare le fuoriuscite di petrolio


Sebbene le autorità locali avessero sostenuto, almeno in un primo momento, l’assenza di gravi conseguenze a seguito dello scontro, sembra che le prime indagini sul campo abbiano confermato la presenza di decine di tartarughe, uccelli e pesci ormai senza vita, nonché di molti altri in seria difficoltà. Al momento, non sono note eventuali procedure di recupero, né gli sviluppi sulle azioni di contenimento: servirà attendere, infatti, un preciso comunicato dalle autorità locali.

7 febbraio 2017
Fonte:
Lascia un commento