Incidente nucleare in Svezia, spento un reattore

Uno dei reattori della centrale nucleare di Oskarshamn, in Svezia, è stato spento in seguito a un incendio che si è sviluppato all’interno dell’impianto. L’incidente è avvenuto nella notte di sabato 22 ottobre, ma la stampa locale ha divulgato la notizia solo in un secondo momento.

La società che gestisce la centrale, la Okg, ha confermato la notizia, precisando che il rogo è scoppiato nella sala turbine del reattore numero 2. L’incendio sarebbe stato causato da una fuoriuscita di petrolio, mentre il reattore sarebbe stato fermato solo per ragioni precauzionali.

La paura di una fuga radioattiva, comunque, si è già diffusa nell’area intorno all’impianto e anche in alcune zone della Russia nordoccidentale non lontane dalla centrale. Per monitorare la possibile diffusione delle radiazioni, gli ambientalisti stanno utilizzando un mappa interattiva messa a punto dopo il disastro di Fukushima.

La Okg, intanto, getta acqua sul fuoco. Gli incendi in questo tipo di impianto sono sempre gravi – ha dichiarato Anders Osterberg, responsabile per le comunicazioni dell’azienda svedese – ma questo è successo nella sala delle turbine convenzionali e non nel reattore stesso.

I gestori dell’impianto hanno sottolineato che il reattore numero 2 aveva superato i controlli di routine annuali da appena una settimana. La centrale nucleare di Oskarshamn, che sorge sulla costa svedese sud-occidentale, si trova a circa 30 chilometri del centro urbano ed è dotata di 3 reattori che producono circa il 10% dell’elettricità del Paese.

Proprio la sua posizione sulle rive del Baltico, insieme all’età piuttosto avanzata (l’impianto risale al 1972), preoccupa non poco gli osservatori indipendenti. Tra l’altro, l’impianto è già stato al centro di forti timori nel 2008, quando furono scoperte delle fratture nelle barre di controllo del reattore 3. In quella occasione, la centrale rimase a lungo ferma per manutenzione e la Swedish radiation safety authority avviò una serie di ispezioni in tutti i 10 reattori del Paese.

25 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento