Pubblicato il Rapporto Attività 2016 del GSE (Gestore dei Servizi Energetici). Un documento attraverso il quale si fotografa lo stato dello sviluppo sostenibile in Italia, con un focus particolare su tutto ciò che riguarda lo sfruttamento delle fonti rinnovabili per la produzione di energia pulita, che ormai è arrivato a soddisfare circa un terzo dell’intero fabbisogno nazionale.

=> Leggi le altre novità per quanto riguarda gli incentivi alle rinnovabili

Il report è approfondito e dettagliato, ma il dato di maggior interesse è quello che riguarda il peso in bolletta legato agli incentivi per le rinnovabili: emerge che in seguito alla cifra record pari a 14,4 miliardi di euro raggiunta nel 2017 (15,9 miliardi di euro erogati, meno 1,5 miliardi di euro recuperati dalla vendita dell’energia), la spesa legata agli incentivi e inserite nelle fatture delle utenze è destinata a scendere a partire da quest’anno.

Il grafico sopra allegato mostra una proiezione fino al 2019, quando si arriverà a quota 11,7 miliardi di euro. Decremento da attribuire principalmente allo scadere del periodo di incentivazione per numerosi impianti alimentati da fonti rinnovabili:

Nel settore elettrico il 2016 ha visto raggiungersi un picco nel valore degli oneri di incentivazione (14,4 miliardi di euro) a causa della sovrapposizione tra il ritiro dei Certificati Verdi di anni precedenti e l’erogazione dell’incentivo che proprio dal 2016 ha sostituito il regime dei Certificati Verdi.

Nei prossimi anni si prevede una graduale riduzione degli oneri di incentivazione, per via dei numerosi impianti che giungono al termine del periodo di supporto, solo parzialmente compensati dai nuovi impianti, il cui livello di incentivazione è inferiore rispetto al passato.

Si ricorda che il ritiro dei Certificati Verdi (20,4 milioni in totale) ha comportato una spesa pari a oltre 2 miliardi di euro.

In merito agli impianti ammessi all’incentivazione invece, alla fine dello scorso anno quelli in esercizio (ai sensi del decreto ministeriale del 6 luglio 2012) erano 2.785, per un totale pari a 1.463 MW, dei quali 512 MW attivi dal 2016. Di questi, 974 MW sono da associare all’eolico e 212 MW all’idroelettrico.

22 marzo 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
GSE
Immagini:
Lascia un commento