Incentivi piste ciclabili: 50 milioni di euro in arrivo per i Comuni

I Comuni italiani possono usufruire di fondi pari a 50 milioni di euro forniti a tasso zero per la realizzazione e lo sviluppo di piste ciclabili nel territorio del nostro Paese. La novità arriva attraverso il bando chiamato “Comuni in pista – #sullabuonastrada”, realizzato dall’Istituto per il Credito Sportivo insieme ad Anci e Federciclismo.

Per le amministrazioni comunali di tutta Italia c’è la possibilità di richiedere un mutuo per la messa a punto di nuove piste ciclabili, ma anche per realizzare delle opere di sicurezza necessarie a potenziare le piste già esistenti o per creare delle strutture connesse.

=> Scopri la chiave magnetica per gestire le bici elettriche con lo smartphone

I fondi messi a disposizione dei Comuni possono essere impiegati anche per abbattere le barriere architettoniche, per ottenere materiali con un ridotto impatto sull’ambiente e per procedere alla messa a punto di strumenti utili per l’efficienza energetica delle piste ciclabili.

=> Leggi perché andare in bici non danneggia le funzioni sessuali e urinarie

I Comuni interessati possono presentare anche più di una richiesta, specificando per ogni domanda il progetto specifico che si vuole realizzare. Se le domande verranno accolte potranno ottenere un abbattimento degli interessi fino ad un massimo di 3 milioni di euro. Oltre questo limite sono previste delle agevolazioni. Le Unioni di Comuni possono beneficiare di un limite del tasso zero di 6 milioni di euro.

Le domande potranno essere presentate dal 15 marzo al 2 luglio 2018 e il mutuo dovrà avere una durata massima di 15 anni. Le richieste saranno valutate da una commissione tecnica, che fornirà ad ogni domanda un punteggio in base alla qualità del progetto da realizzare. La commissione inoltre terrà in considerazione le peculiarità dei progetti dal punto di vista tecnico, per riproporre eventuali nuove iniziative simili.

12 febbraio 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento