Si torna a parlare di incentivi per il mondo dell’automobile, ma stavolta l’obiettivo è quello di favorire la diffusione delle auto elettriche in Europa, o almeno è questo lo scopo che si sono prefissi alcuni automobile club europei.

A sottolineare la necessità di interventi economici da parte delle istituzioni volti a incentivare l’acquisto di questi modelli, la Federazione internazionale degli automobile club di Europa, Africa e Medio Oriente ha espresso l’intenzione di rivolgersi direttamente all’Unione Europea, come ha sintetizzato nel discorso d’apertura del convegno annuale il presidente dell’ACI, Enrico Gelpi:

L’ACI e gli automobile club degli altri Paesi chiedono alle istituzioni europee di lavorare insieme alla creazione di un quadro integrato di riferimento per favorire la diffusione dell’auto elettrica, idonea a soddisfare il fabbisogno quotidiano di mobilità in ambito urbano salvaguardando l’ambiente. “Visto che oggi il settore dei trasporti dipende ancora per il 96% dal petrolio, la federazione ritiene che l’auto elettrica sia la soluzione più efficace, e subito disponibile, per muoversi a basso costo e con un limitato impatto sull’ambiente.

La direzione verso cui gli automobile club spingono emerge con forza dal convegno svolto a Estoril, in Portogallo, dove i rappresentanti presenti hanno approvato un documento congiunto che sarà fatto pervenire a Bruxelles e ad altri enti europei.

Incentivare la mobilità ecosostenibile è perciò uno degli obiettivi attraverso cui ammodernare il mondo dei trasporti e abbattere il livello di emissioni a esso connesso, incentivando l’impiego di modelli a basse emissioni sia per uso privato, sia per il trasporto di persone e merci in ambito pubblico.

19 maggio 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento