AssoRinnovabili critica nei confronti dei nuovi parametri GSE per gli incentivi al fotovoltaico. A scatenare la reazione dell’associazione guidata da Agostino Re Rebaudengo quanto pubblicato sul sito del Gestore dei Servizi lo scorso 1 maggio sotto la dicitura “Regole per il mantenimento degli incentivi in conto energia”.

Le critiche di assoRinnovabili si rivolgerebbero nello specifico verso l’introduzione del tetto massimo di incentivi destinati a un singolo impianto. Questo si tradurrà in un limite totale di incentivazione che non potrà superare i 6,7 miliardi all’anno.

Tutto ciò si tradurrebbe secondo assoRinnovabili in una penalizzazione di quegli imprenditori che hanno scelto di aumentare le capacità del proprio impianto, che vedrebbero così negata la possibilità di accedere a una maggiore quantità di incentivi. A supporto di tale interpretazione anche un passaggio inserito nello stesso documento pubblicato dal GSE, che afferma:

Gli interventi di modifica non possono in alcun caso comportare un incremento del valore della tariffa incentivante riconosciuta originariamente. Non sarà possibile richiedere premi e maggiorazioni.

Un limite che deve però essere rimosso quanto prima se non si vuole penalizzare il settore. A sostenerlo Agostino Re Rebaudengo, presidente di assoRinnovabili:

Il GSE con questo Documento impedisce, di fatto, agli operatori di migliorare l’efficienza dei propri impianti.

AssoRinnovabili chiede quindi che il GSE rimuova questo nuovo limite sulla soglia massima di energia incentivabile, che così com’è, paradossalmente, porterebbe ad una minore efficienza degli impianti realizzati.

6 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento