Al via gli incentivi per le caldaie 2018. In particolare è stato emanato un bando nella Regione Lazio per un totale di 4,8 milioni di euro. Possono usufruire di queste agevolazioni coloro che intendono sostituire le loro vecchie caldaie o le stufe con generatori di calore in grado di produrre basse emissioni oppure con generatori con alimentazione a gas.

Gli incentivi sono disponibili anche per chi vuole aggiungere a questi nuovi sistemi di riscaldamento un modo per sfruttare l’energia pulita offerta dai pannelli solari termici. Il bando non è ancora stato pubblicato online, ma è stato presentato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

=> Scopri le caldaie a condensazione modulare installate alla Fiera di Vicenza

L’intenzione è quella di favorire la rottamazione di caldaie, stufe, termocamini alimentati a biomasse legnose con generatori a basse emissioni, che possano garantire un alto rendimento. È prevista anche la sostituzione con generatori di calore alimentati a metano o GPL e saranno favoriti anche coloro che scelgono di installare pannelli solari, collettori integrati o elettrofiltri destinati alla riduzione delle emissioni nocive.

=> Scopri la certificazione Aria Pulita per impianti di riscaldamento più sostenibili

Gli interventi possono essere realizzati nella stessa casa o possono essere messi in atto in abitazioni differenti. Possono candidarsi per ottenere le sovvenzioni i pubblici o i privati. È stato specificato che ogni singolo intervento non potrà avere un costo maggiore di 10 mila euro nel caso sia prevista la sostituzione delle caldaie a biomassa legnosa o di 2 mila euro per l’installazione di elettrofiltri.

Le autorità della Regione Lazio hanno deciso di contribuire anche con un fondo perduto pari al 60%, nel limite degli investimenti ricordati. Le domande possono essere presentate online compilando il formulario presente sulla piattaforma GeCoWEB, dalle ore 12 del 17 ottobre. L’obiettivo è quello dell’impegno delle istituzioni a favore della qualità dell’aria, contro l’inquinamento soprattutto nei centri urbani.

13 ottobre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento