Incentivi bonifica amianto: via libera del ministro Costa

Il ministro Costa ha confermato l’arrivo di nuovi incentivi per la bonifica dall’amianto. Ad annunciarlo lo stesso responsabile del Ministero dell’Ambiente, insieme al presidente della Commissione Industria del Senato Gianni Girotto (Movimento 5 Stelle), in occasione della consegna da parte di Stefano Ciafani (Legambiente), Gianni Silvestrini (direttore scientifico Kyoto Club Italia e presidente del Green Building Council), Giovanni Battista Zorzoli (presidente Coordinamento FREE), Rossella Muroni (LiberieUguali) e Gianni Civati (Possibile) di una petizione lanciata su Change.org (raccolte oltre 55 mila firme, hashtag #BastaAmianto) proprio per chiedere nuovi bonus per la rimozione del pericoloso materiale e la promozione delle fonti rinnovabili.

=> Leggi le altre dichiarazioni del ministro Costa sulla questione amianto

Secondo quanto riferito da Girotto il nuovo provvedimento verrà inserito nel nuovo decreto sulle energie rinnovabili in arrivo a settembre, al cui interno figurerà una “premialità” in caso di sostituzioni dei tetti in amianto con pannelli fotovoltaici. Necessario inoltre un netto cambio di passo nei confronti di questo tema, con la coordinazione di vari enti, ha spiegato il ministro dell’Ambiente, a vario titolo coinvolti. Servirà infine anche un accordo con le Regioni e un’attenzione particolare verso gli edifici scolastici. Come ha sottolineato Sergio Costa:

Accolgo con piacere le firme raccolte dalla petizione #BastaAmianto. Iniziativa importante e che ha coinvolto migliaia di cittadini su un tema importantissimo e che come ministero abbiamo posto al centro della nostra azione di governo. Sostituire tetti con pannelli fotovoltaici ha la doppia valenza di ridurre la contaminazione da amianto e sviluppare una coscienza e una sensibilità verso le energie rinnovabili. Su questo quindi ci sarà il nostro impegno, ma non basta.

La cabina di regia sull’amianto valuterà anche il tema, altrettanto importante, dello smaltimento. L’Italia ha un enorme deficit su questo e camion carichi di amianto percorrono il Paese per trovare discariche al nord o all’estero. Serve una riflessione profonda che tenga conto anche delle più moderne tecnologie inerenti l’intertizzazione e la messa in sicurezza.

3 agosto 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento