Incentivi per 420 milioni di euro in 3 anni, che dovrebbero far lievitare le vendite di auto elettriche in Italia di 25-30 volte nel giro di pochi anni. È una vera e propria rivoluzione, quella che attende il mercato automobilistico nazionale, stando alle dichiarazioni di Agostino Ghiglia, capogruppo Pdl in commissione ambiente della Camera e primo firmatario della legge che introduce i finanziamenti.

Dopo 2 anni di passaggi nelle varie commissioni, ha spiegato Ghiglia, il provvedimento è ormai prossimo al dibattito parlamentare e “al 90%” dovrebbe essere votata dalla Camera prima della pausa estiva. Il deputato ha fornito ulteriori dettagli sul contenuto della legge:

Il testo, modificato rispetto a quello originale, prevede 140 milioni a partire dal 2013 per 3 anni così suddivisi: 70 milioni per le infrastrutture di ricarica elettrica e per gli incentivi alla ricerca, e 70 per l’incentivazione all’acquisto delle auto, che saranno così suddivisi: 5 milioni per l’acquisto di auto elettriche pure, 15 per i veicoli ibridi, o comunque che non emettano più di 95 microgrammi di CO2 per chilometro, e 50 milioni per le auto che emettono tra i 95 e i 120 microgrammi di CO2 per chilometro.

L’annuncio è giunto in occasione di un convegno sulla mobilità elettrica organizzato a Roma da FareAmbiente. Grande soddisfazione per la novità imminente è stata espressa anche dai vertici dell’associazione, a cominciare dal presidente nazionale Vincenzo Pepe.

Sono molto soddisfatto che questa legge si appresti ad andare in porto, perché se si avvierà un mercato della trazione elettrica, lo sviluppo tecnologico verrà da se, così come è stato in passato per i telefoni cellulari.

9 luglio 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Ruggero Carlesso, lunedì 9 luglio 2012 alle23:19 ha scritto: rispondi »

ora cash!

Lascia un commento