Sembra poter arrivare a un sospirato sblocco la situazione degli incentivi auto in Italia. Un testo approvato ieri congiuntamente dalla Commissione Trasporti e da quella per le Attività produttive della Camera contiene infatti alcune norme atte a incentivare la diffusione di auto ecologiche in modo da svecchiare il parco dei mezzi in circolazione e abbattere le emissioni inquinanti dovute ai trasporti privati.

Il testo prevede l’erogazione di contributi fino a massimo di 5.000 euro da elargire a chi acquista un’auto a basse emissioni permutando un veicolo da rottamare. Gli incentivi saranno disponibili a partire dal primo gennaio 2013 e saranno disponibili per quanti acquisteranno un veicolo ecologico fino al 31 dicembre 2015.

Entrando nel dettaglio si nota come per il 2013 è previsto un bonus di 5.000 euro per l’acquisto di vetture con emissioni non superiori a 50 g/km di CO2 e di 1.200 euro per i veicoli con emissioni comprese tra 50 g/km e 95 g/km di CO2, cifre che scenderanno rispettivamente a 4.000 euro e a 1.000 euro nel 2014, per poi ridursi fino a 3.000 euro e 800 euro nel 2015.

Oltre agli incentivi il Governo ha deciso di varare un piano per la realizzazione di apposite infrastrutture, tra cui una rete di ricarica per auto elettriche, a cui si aggiungono degli interventi pensati per agevolare il contenimento dei costi legati al gas e all’energia elettrica da impiegare nel campo dell’autotrazione. Si calcola che complessivamente il Ministero dello Sviluppo Economico ha messo a disposizione 420 milioni di euro per i prossimi tre anni.

24 maggio 2012
Fonte:
I vostri commenti
Davide, venerdì 25 maggio 2012 alle8:34 ha scritto: rispondi »

Questo annuncio serve a bloccare il mercato delle auto elettriche per tutto il 2012. Non potevano farli partire da subito ?

Lascia un commento