Incentivi rinnovabili prorogati al 2020 solo per le biomasse. A commentare il provvedimento è stata nella giornata di ieri ANIE Rinnovabili, che ha espresso stupore e disapprovazione per una normativa che, secondo l’associazione legata a Confindustria, rischia di penalizzare le altre fonti verdi non fotovoltaiche.

Dopo mesi di collaborazione tra l’associazione e il Ministero dello Sviluppo Economico, spiega ANIE Rinnovabili in una nota, sorprende la presenza all’interno della Legge di Stabilità appena licenziata dal Senato la proroga al 2020 degli incentivi per i soli impianti alimentati a biomasse.

Un provvedimento che secondo ANIE Rinnovabili non tiene conto dei mesi di dialogo tra le parti e vanifica l’ipotesi di un tavolo comune con il MiSE per la definizione di strategie volte a delineare lo sviluppo programmatico dell’intero panorama delle energie rinnovabili tra il 2017 e il 2020.

Dubbi secondo ANIE Rinnovabili anche per quanto riguarda l’incidenza o meno di tale provvedimento sul contatore del GSE e in alternativa la disponibilità di somme aggiuntive al già previsto tetto di 5,8 miliardi di euro all’anno. L’associazione chiede quindi chiarimenti in merito a un provvedimento giudicato come atto a “privilegiare solo una tecnologia a scapito di tutte le altre”.

24 dicembre 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento