Incendi in Grecia: danni ambientali, cambiamenti clima possibile causa

Gli incendi che da lunedì si sono sviluppati in un’ampia area di territorio vicino ad Atene, in Grecia, hanno causato la tragica morte di un centinaio di persone, ma anche danni ambientali enormi.

Gli incendi sono un problema ricorrente durante i caldi e secchi mesi estivi, ma raramente raggiungono dimensioni di questo tipo e soprattutto una diffusione così rapida. Quando coinvolgono i boschi, diventano particolarmente preoccupanti scatenando scenari disastrosi come questo che ha piegato la Grecia: la magistratura ha avviato un’indagine per accertare le cause degli incendi e per verificare eventuali carenze nella gestione dei soccorsi, ma il sospetto è che diversi focolai siano stati accesi da piromani.

=> Leggi perché sono in arrivo 20 anni di caldo super a causa dei cambiamenti climatici

A ogni modo, la natura degli incendi boschivi e la loro ampia diffusione geografica nell’area del Mediterraneo hanno portato a ipotizzare che il cambiamento climatico potrebbe essere la causa, come segnalato dalla BBC. Sebbene nessun evento metereologico specifico possa esser collegato ai cambiamenti climatici, esiste una correlazione generale tra le temperature globali più calde e le condizioni secche, stressate dei boschi che possono innescare diversi fuochi pericolosi temporaneamente.

Secondo uno studio, soprattutto in Paesi come Spagna, Portogallo e Francia i cambiamenti climatici generati dall’uomo possono aumentare la temperatura fino a quaranta volte, facilitando lo scatenarsi di eventi disastrosi del genere. A meno che non vengano adottate presto misure volte a ridurre le emissioni di carbonio, la probabilità che situazioni del genere diventino più comuni aumenterà nel tempo.

26 luglio 2018
Fonte:
BBC
Immagini:
Lascia un commento