Gli incendi tornano a bruciare migliaia di ettari di boschi in Italia. La situazione è difficile in molte zone della Penisola, con 19 roghi che minacciano la flora e la fauna nazionale. A rischio soprattutto la Campania, che al momento vanta il poco invidiabile primato nel numero di richieste di soccorso. Intanto Franco Gabrielli respinge le accuse sulla scarsità di aerei messi a disposizione dalla Protezione Civile e rispondendo ai suoi detrattori sottolineando i continui tagli dei fondi destinati alle emergenze.

Una delle zone più colpite dagli incendi è al momento la Gallura e in particolare l’area di San Teodoro. Qui si sono registrati anche cinque feriti, ustionatisi nel tentativo di arginare il rogo che sta devastando il territorio sardo. Senza sosta gli interventi dei Canadair anche nel Parco del Pollino, condiviso dalle province di Cosenza, Matera e Potenza, all’interno del quale si trovano preziosi esemplari di pino loricato.

Proprio gli aerei antincendio hanno contribuito a spegnere nelle ultime ore 7 dei 19 roghi segnalati, ma è ancora molto il lavoro da fare per arrivare a definire la situazione sotto controllo. Nel frattempo Franco Gabrielli, capo dipartimento della Protezione Civile sottolinea nuovamente i tagli a cui ogni anno sono soggetti i fondi destinati alle emergenze, respingendo così le accuse di scarsità di mezzi disponibili per affrontare l’emergenza in Gallura:

Se volete crocifiggetemi ma la coperta è corta e il prossimo anno sarà ancora peggio: i fondi ci verranno dimezzati.

Un’ultima dichiarazione lo stesso Gabrielli la rivolge al tema della prevenzione, da sempre l’arma più efficace nella lotta agli incendi estivi:

Se venissero rispettate le prescrizioni anche solo del 30% gli incendi si ridurrebbero dell’80%.

19 luglio 2012
Fonte:
Lascia un commento