In Turchia la prima centrale elettrica ibrida

Il futuro dell’energia sarà sempre più ibrido, che sembra essere non soltanto la soluzione ideale e più alla portata nell’ambito della mobilità, ma adesso pare in grado di fornire importanti spunti per quanto riguarda la produzione di energia elettrica.

Giunge infatti notizia che il colosso americano dell’energia General Electric abbia in progetto la realizzazione di una centrale in grado di produrre energia sia sfruttando la tecnologia a gas che una fonte pulita come l’energia eolica. La prima centrale ibrida della storia sarà costruita in Turchia e sarà così in grado di abbinare due fonti diverse e apparentemente inconciliabili fino al giorno d’oggi, mettendo a fianco di una fonte energetica come il gas una fonte rinnovabile come l’eolico.

Da General Electric sono stati sottolineati i vantaggi di questa inedita accoppiata, che sembrano essere molti:

Accoppiare una turbina a gas con un generatore eolico può abbattere i costi di quest’ultimo, perché i due sistemi possono condividere una parte dei sistemi di controllo e delle connessioni alla rete elettrica, e inoltre il gas può compensare le variazioni del vento. La torre solare concentra l’energia e produce vapore che può essere inserito nel ciclo della turbina a gas per aumentarne la potenza.

La centrale ibrida, che avrà una potenza di 530 Megawatt e che si annuncia indicata per i paesi le cui reti elettriche funzionano a 50 hertz (come gran parte dei paesi europei, compresa l’Italia), consentirà quindi notevoli risparmi grazie all’abbattimento e all’ottimizzazione dei costi di gestione degli apparati, confermando come anche i produttori di energia tradizionali si stiano muovendo verso direzioni alternative rispetto alle consuete fonti di energia legate ai combustibili fossili.

14 giugno 2011
Lascia un commento