I voli in aeroplano, sicuramente comodi per rapidità, sono quanto di meno sostenibile ci sia a livello ecologico. Per questo motivo esistono al mondo diversi progetti volti a costruire aeromobili a minor impatto ambientale, utilizzando tutto quello che l’industria green mette a disposizione.

L’E-Thrust, pensato dal Consorzio Europeo Aerospaziale, è proprio uno di questi prodotti. Difficilmente sarà pronto per tempi brevi (si parla addirittura del 2050), ma l’idea sembra buona: affiancare ai classici motori a combustione, la potenza green di motori elettrici.

A fornire energia ci sarebbe una batteria piena di un gas non precisato. Voci parlano anche di un possibile utilizzo di pannelli solari. a ogni modo, anche senza pannelli, vi sarebbe un calo di emissione di CO2 del 75%. Non male, affatto.

Certo, aerei di questo genere dovrebbero essere in grado di coprire grandi spazi, visto che lo sviluppo di treni ad alta velocità potrebbe rendere il volo un mezzo obsoleto per le medie distanze. Il fatto di puntare sull’ibrido, con forme di recupero dell’energia dissipata, probabilmente sottolinea la coscienza da parte del Consorzio di tale prospettiva.

Non resterà che attendere lo sviluppo di questa invenzione.

5 luglio 2013
Fonte:
I vostri commenti
arturo terragni, sabato 6 luglio 2013 alle20:39 ha scritto: rispondi »

a mio avviso sarà magari più semplice trovare il sistema di costruire serbatoi idonei per l'idrogeno e mantenere gli attuali motori o quasi

Lascia un commento