Promette caratteristiche fantascientifiche il metallo artificiale creato dalla scienziata iraniana Afsaneh Rabiei, una spuma metallica rivoluzionaria ultraresistente e ultraleggera.

La dottoressa Rabiei, che al momento collabora con l’università del North Carolina, ha sviluppato una nuova generazione di spume metalliche, che presentano una resistenza sotto pressione 5 o 6 volte superiore a quelle in commercio, e un assorbimento energetico 7 volte maggiore.

Questo metallo potrebbe avere innumerevoli applicazioni, ad esempio nell’industria automobilistica (creando auto indistruttibili), nella costruzione di velivoli o di apparecchi e protesi mediche; potrebbe essere usato nei pannelli fonoassorbenti, ma anche nella costruzione di edifici antisismici.

Da non trascurare ovviamente il risparmio energetico che consentirebbe un materiale con tali caratteristiche, che potrebbe essere usato come isolante termico.

La dottoressa Rabiei è professoressa associata di ingegneria meccanica e aerospaziale all’università del North Carolina, ma può vantare esperienze in tutto il mondo (Iran, Giappone, USA, etc), nei campi dell’ingegneria biomedica e dei bio-materiali.

3 novembre 2008
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento