Se non riuscite a fare a meno della vostra bicicletta neanche durante le vacanze all’estero, una soluzione può essere quella di portare con voi in aereo la fedele compagna a pedali. La maggior parte delle compagnie, infatti, permette, dietro pagamento di un extra, di aggiungere al normale bagaglio anche una bicicletta.

Non sempre, però, le cose sono così semplici. Soprattutto quando il viaggio è low-cost, può capitare di imbattersi in alcune difficoltà, come la scarsa chiarezza dei costi o delle procedure da seguire per effettuare la prenotazione del posto-bici. Il Guardian ha provato a mettere un po’ d’ordine, ricapitolando regole e tariffe delle principali compagnie aeree.

La Easyjet, ad esempio, permette di trasportare fino a 32 chilogrammi di peso, ma nella borsa per la bicicletta non possono essere inseriti altri oggetti come indumenti. Quanto ai costi, la compagnia inglese applica una tariffa di 25 sterline a tratta per ciascuna bici trasportata.

Molto più costoso il servizio della Ryanair, sui cui voli è possibile trasportare una bici al prezzo di 50 sterline a tratta. Il limite di peso è di 30 kg, ma il sito dell’azienda irlandese è il solo che permetta di sapere, in fase di prenotazione, se sul volo richiesto ci sono ancora spazi disponibili per le biciclette.

La British Airways, come è noto, non rientra di certo nella fascia delle compagnie low-cost, ma permette di portare a bordo le bici senza pagare alcun sovrapprezzo. Uniche regole da rispettare: il mezzo deve avere i pneumatici sgonfi ed essere imballato in un’apposita borsa da trasporto. Il peso non deve superare i 23 chilogrammi.

Ci vogliono invece 30 sterline a tratta per imbarcare la bicicletta sui voli della Jet2.com, che non spicca particolarmente per trasparenza delle tariffe. Al costo del trasporto, infatti, si sommano altre 6 sterline di tasse, che però non vengono menzionate nella voce “Oneri e tariffe per il trasporto di bagagli fuori misura”. Per prenotare il servizio, inoltre, occorre chiamare un numero telefonico che costa 10 pence al minuto. La bici deve essere imballata in una scatola di cartone rigido e non superare il peso di 20 chilogrammi.

Decisamente più economiche (20 sterline a tratta) le tariffe applicate dalla Monarca, la più grande compagnia aerea charter indipendente della Gran Bretagna, che gestisce anche numerosi voli di linea. Anche in questo caso, il peso non deve superare i 20 kg, e la bicicletta dovrebbe essere imbarcata con le ruote sgonfie.

14 agosto 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento