La Coldiretti ha reso pubblici i dati sugli impianti fotovoltaici presenti nelle regioni italiane. Secondo lo studio, il primato spetta alla Lombardia che, dall’alto delle 29.700 strutture attive sul proprio territorio, stacca nettamente le altre regioni e si conferma leader nel settore del fotovoltaico.

Sulla base dei calcoli, realizzati utilizzando la banca dati di Atlasole, dopo la Lombardia ci sono, in ordine, Veneto (27.293 installazioni), Emilia Romagna (18.949), Piemonte (15.551), Puglia (12.827), Friuli Venezia Giulia (11.359), Toscana (11.301), Lazio (11.005), Sicilia (10.945), Trentino Alto Adige (10.255), Sardegna (9.363), Marche (7.355) e Campania (5.399).

Le regioni che non superano i 5000 impianti sono abbastanza poche, Calabria (4.835), Umbria (4.749), Abruzzo (4.316), Liguria (2.095) e Basilicata (2.057), ma le ultime due posizioni spettano sicuramente a Molise e Valle d’Aosta che si attestano, rispettivamente, a 514 e 762 impianti.

Secondo Coldiretti Lombardia:

Gli impianti di piccola e media taglia su tetti e coperture varie sono quelli che meglio si adattando alla strategia di diversificazione delle produzioni nelle aziende agricole, e sono tra i più diffusi sia per i costi inferiori che per l’iter burocratico semplificato, tanto che anche realtà industriali attive nel settore, come Sorgenia del gruppo Cir, si stanno concentrando su questa tipologia.

In particolare, le installazioni di piccola e media taglia presenti nelle province lombarde rappresentano l’85-95% del totale dei sistemi attivati. Proprio le strutture con una potenza inferiore ai 20 kilowatt sono 6.647 su 7.229 impianti totali a Brescia, 698 su 847 a Lodi, 3.098 su 3.632 a Milano, 4.024 su 4.489 a Bergamo, 2.481 su 2.666 a Varese, 1.431 su 1.555 a Como, 1.860 su 2.191 a Cremona, 1.015 su 1.071 a Lecco, 1.792 su 1.973 a Mantova, 1.298 su 1.430 a Monza e Brianza, 1.157 su 1331 a Pavia e 1.185 su 1.279 a Sondrio.

La nota di Coldiretti Lombardia si conclude affermando quindi che:

La provincia che produce più energia dal Sole è Brescia con 118.353 kilowatt, mentre Lecco è ultima in classifica per potenza con 9.510 kilowatt ma è la prima per la presenza, il 95% del totale, degli impianti di piccola e media taglia. Per la multifunzionalità delle aziende agricole gli impianti fotovoltaici sono un’opportunità da sfruttare su tetti di cascine, stalle, capannoni o serre, mentre la terra deve continuare a essere coltivata preservando il patrimonio dei prodotti Made in Italy e della filiera agricola italiana.

17 maggio 2011
I vostri commenti
Fdv1964, martedì 17 maggio 2011 alle18:46 ha scritto: rispondi »

 Ci siamo concentrati troppo sulle aree agricole destinate al fotovoltaico, teniamo sotto controllo le aree che vengono continuamente cementificate che sicuramente creano un danno permanente

Lascia un commento