Il veleno di serpente salva la vita

I serpenti sono una delle specie animali più temute dall’uomo, seconda forse solo ai ragni. Mentre nell’aracnofobia è la componente del disgusto a tener lontani milioni di individui dall’animaletto a otto zampe, nel caso dei serpenti la paura più immediata è quella del temibile morso velenoso, con il conseguente rischio di morte. Una recente ricerca mostra, in realtà, come in futuro potrebbe proprio essere il veleno di questi rettili a salvare molte vite umane.

>>Scopri la storia del serpente nell’armardio

Da tempo i ricercatori iraniani del Razi Vaccine and Serum Research Institute studiano gli effetti del veleno dell’Echis Carinatus, una vipera rostrata comune in India e in Asia. Il suo morso provoca la mancata coagulazione del sangue, con conseguenti emorragie, collassi renali e infarto. Ma una suddivisione a cromatografia degli elementi chimici del siero ha dimostrato come in esso siano presenti sia coagulanti che anticoagulanti, mentre l’elemento chimico tossico è solo una minima parte. In altre parole, il veleno del serpente sarebbe pensato per offendere il nemico, ma non per causarne la morte.

Le applicazioni pratiche di questa scoperta non sono ancora ben definibili, ma i ricercatori sperano di poter trarne delle indicazioni terapeutiche per molte malattie del sangue, alcune vere e proprie piaghe sociali nei paesi tropicali. In altre parole, privato del suo elemento killer, il siero di questa vipera potrebbe servire nei prossimi decenni a salvare milioni di vite.

>>Scopri le specie animali in via d’estinzione

Chissà che una simile notizia non riduca le ansie dei fobici del serpenti, anche se – timore a parte – è sempre meglio non disturbare né tantomeno avvicinarsi troppo a certe specie animali, tutt’oggi pericolose per l’uomo.

28 febbraio 2013
Fonte:
Lascia un commento