Si è già avuto modo di spiegare quali siano i criteri di massima per trovare il nome perfetto per il proprio cane, ma una questione è rimasta insoluta: il titolo di Fido può influire sul suo carattere? E, ancora, il nome del cane può generare pregiudizio negli umani?

Non si tratta di una domanda banale, considerato come abbia addirittura scomodato gli esperti di Psychology Today: in un recente studio, è emerso come i cani dai nomi aggressivi rispecchino a loro volta un comportamento irascibile, con tanto di stereotipi da parte dei padroni. La ricerca è stata condotta dall’equipe dell’esperto Stanley Coren, su un campione di 291 studenti che si sono sottoposti a un curioso esperimento.

Ai partecipanti sono stati consegnati dei materiali sui cani, come immagini, fotografie associate ai nomi e video. Quindi è stato chiesto agli studenti di determinare la personalità dell’animale solo dai materiali ricevuti, opportunamente separati in due gruppi. Nel primo, i cani sono stati chiamati con nomi accomodanti, nel secondo gli stessi hanno ricevuto titoli aggressivi. Quindi è stato loro mostrato il video di un Pastore Tedesco, intento a giocare in giardino e pronto con un balzo a poggiare le zampe sulle spalle del proprio padrone. Una visione neutra, che potrebbe egualmente indicare gioia oppure un’aggressione. Quindi è stato assegnato un nome al cane: più duro era il richiamo, maggiori le interpretazioni negative della scena.

Appurato come il nome influisca sui pregiudizi umani, si è testata la correlazione opposta: più il cane si abitua a titoli e nomignoli rigidi – soprattutto dal punto di vista sonoro – maggiori sono le possibilità di comportamenti negativi. Insomma, a quanto pare la scelta del nome per il proprio amico a quattro zampe è da prendere tutto fuorché alla leggera.

25 luglio 2012
Lascia un commento