Un grattacielo che assorbe la CO2 atmosferica e la trasforma in biocarburante. Fantascienza? Forse no. Gli architetti Danny Mui e Benjamin Sahagun hanno elaborato un progetto per le Congress Gateway Towers di Chicago, che permetterebbe alla struttura di ridurre la concentrazione di anidride carbonica nell’aria sopra di essa.

Il progetto, che ribattezzerebbe il complesso CO2ngress Gateway Towers, prevede che i due edifici vangano equipaggiati con uno speciale filtro in grado di assorbire la CO2 atmosferica. Il gas intrappolato sarebbe poi usato per alimentare colonie di alghe “allevate” all’interno del filtro stesso, da usarsi a loro volta per la produzione di biofuel a vantaggio dei residenti del grattacielo.

Un doppio vantaggio ambientale, dunque, a cui si aggiunge l’elevato livello di isolamento termico garantito dalla doppia “pelle” presente sulla superficie delle torri, che permette anche di generare una corrente naturale in grado di migliorare il clima degli ambienti interni.

I materiali usati per le facciate del grattacielo contribuiranno inoltre a isolare acusticamente l’edificio, limitando i rumori causati dal traffico e dalla caotica vita metropolitana. Il progetto, infine, prevede che l’impianto di filtraggio dell’aria e il sistema di coltivazione delle alghe siano posizionati in una particolare struttura a vista, utilizzabile come strumento didattico per gli inquilini delle torri e non solo.

28 settembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento