Al Salone di Francoforte la presenza di auto ad alimentazione ibrida ed elettrica sarà veramente consistente.

Saranno infatti parecchi i veicoli ecologici che saranno presentati negli stand del salone, alcuni in veste definitiva mentre diversi saranno solo dei prototipi da cui prendere soluzioni da portare poi nella produzione di serie.

Tra questi modelli alcuni meritano una menzione per le soluzioni particolari o per il fatto che derivano da modelli di grande fascino.

Ad esempio non potrà passare inosservato l’Audi E-Tron, un modello basato sulla R8 che sarà spinto da ben quattro motori elettrici posizionati ai due assi (la trazione sarà integrale). Un’auto pesante oltre 3.500 kg con un’autonomia stimata di 248 km.

Avrà carte interessanti da giocare anche la BMW Vision, un’attraente sportiva con motore turbodiesel associato a due motori elettrici capace di raggiungere una velocità massima autolimitata a 250 km/h, con un consumo record di 3.76 litri/100 km.

Meno prestazionale ma alquanto interessante sarà poi la Renault Fluence Zero Emission, la versione ibrida della world car francese presentata di recente, in grado di ricaricarsi tramite i pannelli integrati nel tetto apribile.

Interessante vettura anche la Volkswagen E-Up!, una piccola citycar elettrica alimentata da batterie agli ioni di litio da 18 kWh, dotata di 3 posti +1 e, come la Fluence, di pannelli solari sul tetto. Una vetturetta in grado di arrivare alla velocità di 135 km/h e di garantire un’autonomia di 130 km.

Sempre restando in tema di vetture da città e sempre parlando della casa tedesca, ecco che non si poteva non mettere nel gruppo delle auto ecologiche più innovative la Volkswagen L1, un’auto ibrida che unisce un motore turbodiesel ad un motore elettrico per ottenere un consumo, teorico, di un litro (da ui il nome) per 100 km percorsi.

Una cinquina di modelli che sicuramente diranno “la loro”, anche se non tutti saranno prodotti e venduti sul mercato certamente diverse soluzioni e alcuni spunti saranno ripresi per le auto di tutti i giorni che arriveranno sul mercato.

17 settembre 2009
Lascia un commento