Mike è un simpatico e affettuoso cagnolone di razza Labrador, che ha trascorso gli ultimi tre anni della sua vita a ingurgitare succulenti piatti a base di pollo. Una passione davvero smodata quella per il cibo, incentivata anche da un atteggiamento troppo permissivo da parte dell’ex proprietario, ne hanno debilitato il fisico fino a sformarlo. Il cane, a suon di alette di pollo, è finito per ingrassare a dismisura raggiungendo dimensioni incredibili e malsane e la soglia dei 60 chilogrammi abbondanti.

Un peso esorbitante per Mike, tanto da costringere lo stesso ad arrancare anche solo dopo pochi metri. L’animale conduceva una vita del tutto sedentaria, accanto al suo proprietario, e i pochi spostamenti gli costavano gran fatica. Alla morte dell’uomo il cane è stato preso in cura da un rifugio, che ha cercato di riportarlo sulla retta via principalmente alimentare. I pochi e brevissimi movimenti, per rimettere in sesto un fisico compromesso, ne hanno causato un malanno: il cane si è rotto un legamento nel vano tentativo di camminare faticosamente per 100 metri.

In suo aiuto sono giunti due nuovi proprietari, Hannah Holland e Paolo Terzaga, che hanno adottato Mike e salvato dall’obesità. In sette mesi la sua vita è cambiata, passando dalle alette di pollo fritto a cibo in scatola e soli due pasti al giorno. Alimenti scelti con cura per aiutarlo a dimagrire, accompagnati da tante carote crude al posto dei biscotti. Per lui è stato scelto un percorso dimagrante realizzato attraverso il movimento in acqua. Vista l’impossibilità alle lunghe passeggiate, il cane è stato immerso in una vasca per la hydrophysio.

Un sorta di box di vetro trasparente, con l’acqua al suo interno, e come base un tapis roulant in movimento. Il macchinario è stato decisivo per la perdita di peso, ben 38 kg, e ora Mike ha ripreso l’allenamento in acqua dopo l’operazione per la ricostruzione del legamento. Questa ginnastica soft lo aiuta nel recupero motorio, rinforzando i suoi muscoli. Mike ora è in grado di camminare e giocare, infatti passa quasi due ore a rincorrere la sua pallina nel giardino di casa. E con il tempo potrà ottenere un recupero completo, riconquistando una perfetta forma fisica.

12 settembre 2013
Fonte:
Lascia un commento