L’ultima moda in fatto di abbigliamento da spiaggia? È il bikini realizzato interamente con rifiuti elettronici, creato dai designer americani Jennifer Shannon e Andi Cheung, che hanno pensato di utilizzare cavi elettrici e componenti di computer in disuso per dar vita a questo originalissimo costume.

L’obiettivo del bikini fatto di e-waste non è solo quello di sensibilizzare i bagnanti sul tema dei rifiuti elettronici, ma anche quello di sottolineare la discriminazione sul lavoro che ancora affligge le donne nei settori della tecnologia e dell’informatica.

Il bikini, ammettono gli stessi creatori, non è molto comodo da indossare, dal momento che i materiali che lo compongono sono ingombranti e piuttosto rigidi. Ma proprio lo scarso comfort dell’indumento serve a sottolineare la scarsa considerazione delle donne nel mondo dell’hi-tech.

Basterà un costume fatto di cavi e vecchi chip a denunciare le discriminazioni di genere nel settore della tecnologia? Difficile. Ma i due fantasiosi designer, se non altro, hanno individuato un nuovo sistema per riciclare i rifiuti elettronici. E chissà che non nasca una moda.

15 maggio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento