Non hanno intenzione di dar tregua a un povero gatto domestico, così come ai suoi preoccupati proprietari. È quanto succede in Canada, dove dallo scorso gennaio degli ignoti raserebbero ripetutamente il manto di Tabby, un felino di 12 anni d’età. Nell’impossibilità di identificare il responsabile dell’incomprensibile gesto, la famiglia si è rivolta ai social network e alle TV locali per un appello: “Smettete di rasare il nostro gatto”.

Il tutto avviene a Campbell River, nella Columbia Britannica, dove dallo scorso gennaio il gatto Tabby è ripetutamente vittima dell’azione di un aggressore armato di rasoio. Sono già cinque le ripetizioni dell’incredibile atto, per un vero e proprio mistero, difficile da spiegare per la famiglia Yarjau. Il tutto è accaduto poco dopo le feste natalizie quando Tabby, di 12 anni d’età, si è dimostrato più aggressivo e irritato del solito. Sulla pancia un’area completamente depilata, a forma di perfetto quadrato. Nei mesi l’animale è stato colpito in diverse zone del suo corpo.

Secondo quanto rivelato dall’emittente canadese CTV, altri gatti della zona avrebbero subito lo stesso trattamento, per quello che sembrerebbe essere uno scherzo di qualche malintenzionato. Ma le preoccupazioni aumentano, poiché di volta in volta la rasatura si fa più grossolana e il gatto presenta anche dei tagli. Non ultimo, si tratta pur sempre di una situazione stressante per l’animale, poiché sottoposto a paura e nervosismo immotivato.

In molti hanno consigliato alla famiglia, tramite i social network, di mantenere il gatto in casa. Ma giunto a 12 anni d’età, con abitudini già consolidate e grande verde a disposizione all’aperto, questa appare come un’inutile condanna per il povero felino. Al momento, non vi sono indicazioni su chi possa essere il responsabile, anche se si spera che l’intervento sui social e in TV possa spaventare l’aggressore o, quantomeno, aiutare la famiglia a raccogliere informazioni utili su quanto stia avvenendo.

15 luglio 2015
Lascia un commento