La mobilità a idrogeno di Hyundai festeggia il superamento del milione di chilometri percorsi in Alto Adige. Il merito va ascritto in gran parte alle ix35 Fuel Cell che circolano attualmente a Bolzano, dove insieme a 5 autobus con cella a combustibile hanno consentito alla casa automobilistica coreana di oltrepassare tale limite a meno di 3 anni dall’apertura del IIT e della stazione di rifornimento.

=> Scopri i modelli Hyundai presentati al Salone di Ginevra 2017

Secondo quanto ha affermato Hyundai grazie all’impiego dell’idrogeno per la mobilità in Alto Adige si è potuto evitare di emettere un quantitativo di CO2 superiore alle 1000 tonnellate. Positivo quindi l’impiego delle ix35 FCEV (Fuel Cell Electric Vehicle), in grado di garantire un’autonomia di circa 600 km (con un pieno di idrogeno, effettuabile in 3 minuti) ed emissioni “limitate al solo vapore acqueo”. Come ha sottolineato la casa automobilistica coreana:

Si tratta di un successo di notevole importanza per Hyundai, che conferma il proprio impegno nello sviluppo della mobilità sostenibile – traguardo che si inserisce nella strategia e-mobility di Hyundai, l’unica casa automobilistica al mondo ad offrire tutte e quattro le principali alimentazioni alternative: si affiancano infatti all’idrogeno, le versioni ibrido, elettrico e ibrido plug-in con la gamma IONIQ.

L’impegno nella mobilità sostenibile prosegue con la recente presentazione del prototipo FE Concept, con autonomia di circa 800 chilometri e capofila di un progetto che vedrà Hyundai lanciare ulteriori 14 modelli eco-friendly entro il 2020. Il prossimo SUV a idrogeno è invece atteso per il 2018.

19 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
felice, sabato 20 maggio 2017 alle9:28 ha scritto: rispondi »

dove si fa rifornimento d'idrogeno? grazie resto in attesa

Pescespada Trafitto, venerdì 19 maggio 2017 alle15:46 ha scritto: rispondi »

A Bolzano autobus del prossimo futuro che arrivano dalla Corea mentre Calenda si allea con Marchionne, con Snam e ci promette una strategia energetica di "transizione" a tutto gas per i prossimi venti anni. Terzo mondo!

Lascia un commento