Idrogeno dal mare: Columbia University studia una centrale oceanica

Ottenere idrogeno dall’acqua marina grazie ad una centrale oceanica. Così gli scienziati e gli ingegneri della Columbia University di New York stanno lavorando a un nuovo ambizioso progetto, che punterà a ottenere in maniera sostenibile energia dal mare.

L’idea di produrre questo particolare gas usando l’acqua e l’elettricità, uno dei modi più sostenibili in assoluto in quanto si tratta di fonti di energia pulita, è senza dubbio innovativo, ma far nascere l’idrogeno grazie all’energia solare è ancora più interessante. La tecnologia che permetterebbe l’elettrolisi esiste già da tempo, ma l’approccio della Columbia University è molto più innovativo.

=> Scopri il nuovo catalizzatore per la produzione di idrogeno

Se ad oggi questo sistema richiedeva l’uso di dispositivi dotate di sottilissime e costosissime membrane per separare i due gas, gli scienziati hanno deciso di eliminarle e hanno progettato gli elettrodi in modo asimmetrico. Ognuno viene rivestito con un catalizzatore sul bordo esterno e i gas che si ottengono dalla rottura delle molecole d’acqua si attaccano solo su queste superfici: le bolle di idrogeno su un elettrodo e quelle di ossigeno sull’altro.

=> Scopri il nuovo camion a idrogeno lanciato da Toyota

Così si possono separare e raccogliere i gas usando l’energia e la spinta idrostatica delle bolle stesse. Questo concetto si basa sul concetto di separazione indotta alla galleggiabilità.

Daniel Esposito, capo della ricerca, ha spiegato che questo elettrolizzatore fotovoltaico ha un costo molto basso ed è molto più duraturo rispetto a quello con le membrane. L’idea poi di trasferire il tutto in una centrale oceanica è basata sulla necessità di non occupare spazio sulla terra e di non “rubare”, per così dire, acqua per usi agricoli.

21 dicembre 2017
Immagini:
I vostri commenti
ritamir, giovedì 21 dicembre 2017 alle20:28 ha scritto: rispondi »

Bravi, splendido lavoro.

Lascia un commento