Iceberg, nuovi sviluppi per il cane condannato in Danimarca

Il cane Iceberg è ignaro di tutto ciò che sta accadendo al di fuori del box dove soggiorna, dove da tempo è recluso in attesa dell’esecuzione. La sua razza, il Dogo argentino, è vietata in Danimarca e per questo motivo l’esemplare – una femmina – è stata sequestrato in attesa della sentenza. Ma il proprietario, Giuseppe Perna, al momento del trasferimento in terra danese non era a conoscenza di questa normativa.

Dopo aver raggiunto la compagna, al fianco di Iceberg, era pronto a iniziare una nuova vita affrontando anche un nuovo percorso lavorativo. L’improvviso sequestro dal cane ha creato una catena di sostegno e di aiuti, mentre in Danimarca è stata attivata una petizione grazie all’interessamento di un’associazione locale. Seguita e sostenuta dal popolo dei social e da molte associazioni animaliste italiane, come ad esempio ENPA.

=> Scopri il Dogo argentino


L’invio di una lettera all’ambasciatore italiano in Danimarca e, al contempo, al collega danese in Italia, ha garantito maggiore visibilità al caso. Molti politici si sono interessati della situazione, seguiti da diversi personaggi dello spettacolo, come la cantante Noemi. La stessa è stata ricevuta dall’ambasciata danese, in tandem con alcuni esponenti dell’ENPA. La creazione degli hashtag è stata veloce e simultanea, sostenuta dal mondo della rete. L’obiettivo è quello di riportare il cane in Italia, sano e salvo. Come sostiene Rinaldo Sidoli, dei Verdi:

=> Scopri la storia di Iceberg


L’ambasciatore di Danimarca ci ha rassicurato sulle sorti di Iceberg. C’è stata una grande apertura da parte delle autorità danesi, che verranno informate tramite un resoconto di questo incontro a porte chiuse. Attualmente Giuseppe Perna (il padrone di Iceberg) ha dato il via a un procedimento legale in cui verranno chiarite tutte le responsabilità del caso specifico. È stato spiegato che il cane è entrato legalmente nel Paese perché all’aeroporto non sono comunque previsti controlli sulle razze di cani che entrano in Danimarca, il Dogo è stato sequestrato quando si trovava già sul suolo danese. Fino alla fine del procedimento legale è salvo. Ora Iceberg sta bene e si trova in un canile statale a Copenhagen.

La mobilitazione proseguirà fino a quando Iceberg non rientrerà in territorio nostrano, sana e salva.

28 giugno 2017
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento