In Rete hanno ben pochi rivali, in particolare sui social network dove sono campioni incontrastati di condivisioni e commenti. I gatti sono i veri protagonisti del Web, tra filmati, video virali e qualche esemplare già diventato divo hollywoodiano, basti pensare allo sbarco al cinema del Grumpy Cat. Una ricerca pubblicata negli Stati Uniti svela come i felini online non siano solo degli irresistibili veicoli di condivisione virale, ma anche uno strumento utile per migliorare l’umore e il benessere interiore. Lo svela Jessica Gall Myrick, ricercatrice per l’Indiana University Media School.

Incuriosita dall’incredibile popolarità dei gatti in Rete, con migliaia di follower per ogni esemplare che si affaccia sull’universo dei social network, la ricercatrice ha deciso di sottoporre a sondaggio circa 7.000 persone, per conoscerne le abitudini di fruizione dei video felini e come questi filmati possano influire sul loro umore. Dallo studio è emerso come i contenuti dedicati ai gatti sospingano emozioni positive ed energie, diminuendo per contrasto sentimenti negativi e cattivi pensieri.

Abbiamo tutti visto video di gatti online, ma vi è un lavoro empirico davvero ridotto sul perché molti di noi li guardino e su quali effetti possano avere. […] Si tratta di uno degli usi più popolari di Internet al giorno d’oggi. Se vogliamo comprendere meglio gli effetti che Internet può avere su di noi come individui e come società, allora i ricercatori non posso più ignorare gli Internet Cats.

Tra gli ambiti analizzati dallo studio, la possibilità che i video di gatti possano fungere come sorta di pet-therapy virtuale, nonché l’eventuale senso di colpa dovuto alla fruizione, spesso a discapito di altre occupazioni più urgenti. Non solo sarebbe emerso come i filmati abbiano un potere rigenerante sull’umore, ma aiuterebbero le performance anche in altri ambiti.

Anche se si guardano filmati di gatti su YouTube procrastinando un compito o quando si dovrebbe lavorare, la ricompensa emotiva può in realtà aiutare le persone a raggiungere più facilmente quei task.

Nel 2014, solo sulla piattaforma YouTube sono stati pubblicati 2 milioni di video di gatti, per un totale di 26 miliardi di pagine viste. Questi filmati superano in visualizzazione qualsiasi categoria di filmato su qualsiasi sito di streaming, contenuti sexy compresi.

17 giugno 2015
In questa pagina si parla di:
Via:
Lascia un commento