L’ambiente è un “mercato” appetibile non solo per le grandi aziende, sempre alla ricerca di nuovi spazi per i loro investimenti, ma anche per i giovani appena laureati. Secondo quanto riporta l’Isfol, l’80% dei giovani che hanno seguito un master su tematiche ambientali ha trovato lavoro. E, leggendo le statistiche, soprattutto se si prendono in considerazione i master di II livello, moltissime di queste persone hanno trovato un impiego con un corrispettivo monetario congruo agli studi compiuti.

La maggior parte di questi lavori, poi, sono risultati in linea con il percorso universitario svolto e sono stati trovati in meno di sei mesi dal conseguimento dalle laurea.

Si tratta soprattutto di percorsi di tipo tecnico – scientifico, anche se non mancano nell’elenco manager e imprenditori. Insomma, un’opportunità che potrebbe interessare parecchi di noi.

Quello dei master “ecologisti” è un settore in costante crescita e che vede gli atenei italiani in prima fila: i corsi si sono più che quintuplicati in soli dieci anni. La sfida è quella di rendere più vivibile il nostro ambiente urbano, incrementando la salvaguardia di quello naturale: e il successo di queste iniziative mette in luce la necessità, per il nostro paese, di vincere in entrambi i fronti

25 gennaio 2010
Lascia un commento