Leggenda vuole che il gatto non ami l’acqua e neppure soggiornare nelle vicinanze di un fiume o del mare, ma a quanto pare i felini sardi non la pensano in questo modo. La spiaggia di Su Pallosu, borgata marina del comune di San Vero Milis in Sardegna in provincia di Oristano, è diventata la meta preferita dei gatti della zona. La colonia che abita il luogo è solita scendere in spiaggia, per riposare al tepore del tramonto oppure all’ombra di una pianta rinfrescante.

Ma i più temerari si avventurano lungo la battigia per quattro passi eleganti e rilassanti. I gatti di Su Pallosu sono decisamente una simpatica curiosità, che non è passata inosservata agli abitanti ma anche ai tanti turisti che visitano la borgata. La numerosa colonia, solita soggiornare nei giardini della via principale, è curata e sfamata dai pochi abitanti della zona. Da anni i cittadini della località balneare si danno il cambio per crescere e accudire a proprie spese i 44 simpatici gatti, curando anche l’aspetto igienico della spiaggia e la salute dei mici. Infatti in Sardegna la norma sulla sterilizzazione stenta a prendere il via, quindi i cittadini autonomamente hanno introdotto un fondo comune e una raccolta fondi per regolamentare il numero della nascite.

È un’iniziativa interessante che dimostra amore e rispetto nei confronti di questa deliziosa colonia di gatti bagnanti e la loro particolarità non è passata inosservata tanto che il network televisivo internazionale Animal Planet ha realizzato un documentario che verrà trasmesso in Giappone il 23 luglio. La colonia di Su Pallosu non è la sola ad ospitare gatti amanti della spiaggia, anche a Largo di Torre Argentina a Roma ne esiste una simile ed entrambe sorgono su antiche rovine. Una conferma quindi dell’amore dei gatti per i siti archeologici ed il relax tra la cultura e la storia.

20 luglio 2012
Lascia un commento