I cavallini della Giara in Sardegna senza cibo né acqua

A rischio morte i cavallini della Giara di Gesturi, una località nella Sardegna del Sud nella provincia del Medio Campidano. Da tempo non piove e la siccità ha inciso sulla crescita dell’erba, quasi totalmente assente. I cavallini tipici della zona vivono allo stato brado e sono un segno di riconoscimento del versante oristanese.

Dei 600 liberi di circolare in branco per il territorio da tempo si segnala una diminuzione spaventosa e un evidente condizione di fame e malnutrizione. I cavallini, famosi per non essere pony ma veri cavalli in versione ridotta, sono allo stremo delle forze. Senza acqua e cibo ciondolano senza forza per le terre aride della Giara. Alcuni di loro, fotografati dai turisti, riversano in condizioni drammatiche e quasi senza vita.

Da poco è stata recuperata una piccola cavallina, accasciata per terra in fin di vita, e portata celermente in salvo. La sua sopravvivenza è emblematica per tutta la specie in libertà, e in aiuto dei piccoli quadrupedi è accorso anche Facebook. Un tam-tam di raccolta paglia, fieno, acqua e medicinali da portare velocemente in Sardegna. Il caso ha anche risvolti di tipo politico, tanto che alcuni deputati regionali hanno deciso per un sopralluogo. E giovedì prossimo è prevista una visita dell’ assessore regionale dell’Agricoltura, accompagnato dal commissario straordinario di Agris e da alcuni veterinari dell’ente.

Questa estate era intervenuto l’assessorato regionale alla Sanità il quale aveva disposto l’allontanamento di alcuni bovini in libertà, con i quali i cavallini erano costretti a condividere le poche risorse di cibo. I quadrupedi di Giara sono patrimonio pubblico da 10 anni e per questo si richiede un intervento, con un fondo annuale che ne possa garantire la sopravvivenza.

7 novembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento