Kim Jong-Un: il leader della Corea del Nord non si ferma. Dopo le minacce nucleari agli Stati Uniti, arrivano i cani addestrati a guerra e morte. E gli animalisti di tutto il mondo si indignano. È quanto si apprende da un video apparso su YouTube, con protagonista un gruppo di Pastori Tedeschi pronto alla battaglia.

>>Scopri i traumi da guerra per i cani

Il filmato ha visto la sua messa in onda sulla TV di stato nord-coreana, facendo poi il giro del mondo. Nelle immagini, un gruppo di militari agguerriti contro Ryoo Kihl-Jae, il ministro per l’Unificazione della Corea del Sud, definito con appellativi volgari. A fianco dei militari una decina di cani, aggressivi e famelici, pronti ad azzannare un manichino con le fattezze del ministro.

Subito le associazioni animaliste hanno manifestato la loro preoccupazione, anche perché gli animali appaiono fin troppo innervositi per la loro natura. Probabilmente si tratta di cani addestrati con tecniche estreme, portati all’odio e pronti ad aggredire. C’è chi ipotizza siano anche stati drogati, ma si tratta di una speculazione di difficile conferma dalle semplici immagini di un video di propaganda.

Così anche i cani entrano ufficialmente nelle mire guerrafondaie del leader nordcoreano. Saranno un'”arma” di prima linea per i combattimenti di terra, così come si pare percepire dal video, perché la questione non è “se ci sarà la battaglia, ma quando”. I Pastori Tedeschi saranno i guardiani delle “zone rosse”, così come dei confini della nazione.

>>Scopri i delfini soldato in Ucraina

Non è dato sapere se Kim Jong-Un effettivamente darà il via a un conflitto: le sue minacce destano sospetti, ma la Rete non sembra aver conferito al leader troppa credibilità. Il ricorso ai cani, però, sembra aver indignato l’opinione pubblica più delle stesse bombe nucleari, quelle che la Corea del Nord promette di lanciare sugli Stati Uniti.

8 aprile 2013
Fonte:
Lascia un commento